Ricerca corsi

Oltre la mente che mente: i 6 cappelli per pensare

  • Codice
  • DEASS ES 1.12
  • Presentazione
  • Sempre di più nella società odierna è importante unire all’approccio razionale, la capacità di andare oltre, di utilizzare la parte emotiva, creativa, in grado di trovare sempre nuove soluzioni ed elaborare strategie innovative. Vi è la necessità di utilizzare al meglio sia la parte razionale, il pensiero verticale, che quella creativa, il pensiero laterale. “Il pensiero verticale è selettivo, il pensiero laterale è produttivo. Il pensiero verticale si mette in moto solamente se esiste una direzione in cui muoversi, il pensiero laterale si mette in moto allo scopo di generare una direzione. Il pensiero verticale è analitico, il pensiero laterale è stimolante. Il pensiero verticale è consequenziale, il pensiero laterale può procedere a salti. Con il pensiero verticale si usa la negazione allo scopo di bloccare alcuni percorsi; con il pensiero laterale non esiste alcuna negazione. Con il pensiero verticale ci si concentra e si esclude ciò che è irrilevante, con il pensiero laterale si accolgono favorevolmente le intrusioni del caso. Con le categorie del pensiero verticale classificazioni e definizioni sono fissate, con il pensiero laterale non lo sono.” Edward de Bono (Malta, 1933), Creatività e pensiero laterale: manuale di pratica della fantasia. "Sei Cappelli per pensare" propone un buon metodo per organizzare le idee e gestire riunioni, problematiche, innovazioni, da ottiche differenti. In una riunione, in un corso, in un dibattito ciascun interlocutore è importante assuma ruoli definiti allo scopo di: dichiarare le sue posizioni, uscire dai suoi pregiudizi, considerare punti di vista alternativi. Per stimolare l’ampiezza delle soluzioni e delle critiche è auspicabile che in una discussione ciascuna persona accetti di indossare cappelli (ruoli) diversi.
  • Obiettivi
  • Il percorso ha l’obiettivo di risvegliare la creatività, l’ispirazione e la fantasia per risolvere e andare oltre gli schemi, i problemi. L’abitudine soffoca il cervello portando a trovare solite soluzioni ai problemi, ottenendo così i soliti risultati. Come diceva Albert Einstein “Non si può risolvere un problema con la stessa mentalità che l’ha generato.” L’obiettivo del corso è stimolare l’utilizzo dell’emisfero destro nel trovare soluzioni e idee nuove. Si utilizzerà la strategia dei 6 cappelli per pensare, di Edward De Bono, attraverso: - la scoperta dell’emisfero creativo - il bambino interiore - i ladri di creatività - il Brainstorming e il Problem Solving - i sei cappelli per pensare (bianco, giallo, verde, rosso, azzurro, nero, rosso) - il metodo PAPSA - strategie di equilibrio emozionale per andare oltre la mente che mente
  • Destinatari
  • Imprenditori, liberi professionisti, dirigenti, quadri e responsabili di settore di aziende industriali e di servizi, pubbliche e private, collaboratori con responsabilità gestionali, capi progetto.
  • Requisiti
  • Nessun requisito.
  • Certificato
  • Attestato di frequenza Crediti di studio 2 ECTS valido per i seguenti percorsi formativi: • Certificate of Advanced Studies (CAS) in Empowering Skills • Diploma of Advanced Studies (DAS) in Professional Development Journey
  • Crediti di studio
  • 2 ECTS
  • Programma
  • • Alla scoperta di diversi metodi per sviluppare la creatività tramite il pensiero laterale: la metodologia, i vantaggi concreti di quando viene applicata nell’organizzazione. • Affrontare e gestire la principala difficoltà che si incontra nel pensare: la confusione. Informazioni, logica, aspettative, emozioni e intuizioni creative si affollano, offuscando la visione delle cose e rallentando processi decisionali. • Imparare ad abbandonare i binari del pensiero passivo e quello di reazione, predisponendosi ad una forma di pensiero attivo, di azione. • La metodologia dei sei cappelli per dirigere il pensiero verso mete più interessanti di quelle che avrebbero raggiunto se fosse rimasto in balia di schemi abitudinari: ad ogni cappello il suo ruolo. • Unire le strategie dei sei cappelli per pensare all’equilibrio emozionale: l’approccio vincente per utilizzare a pieno ogni parte del nostro cervello. • Esercitazioni pratiche per applicare e mettere in azione tutto ciò che si è appreso con simulazioni calate alla propria realtà. L’approccio che caratterizza l’intero percorso, favorisce un confronto attivo tra l’attività svolta in aula e il contesto reale, permettendo di sperimentare i vantaggi di queste strategie, identificando i propri punti di forza e di debolezza. Ci sarà un collaboratore che in tempo reale redige la mappa del corso, in modo da avere il dettaglio di tutti i contenuti esposti, che via via si creano con il gruppo
  • Durata
  • 24 ore-lezione
  • Responsabile/i
  • Eliana Stefanoni, Formazione continua Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale SUPSI, area Economia aziendale
  • Relatore/i
  • Nicoletta Todesco, laureata in psicologia del lavoro, consulente e formatrice aziendale, personal e business coach. Opera dal 1995 in ambito delle risorse umane, fondando in Ticino Brain up Hr. Autrice di diversi libri sul coaching, sullo sviluppo personale e di video corsi su apprendimento rapido, lettura veloce, programmazoine neuro linguistica, equilibrio emozionale.
  • Iscrizione ai corsi
  • Entro il 5 febbraio 2021
  • Date
  • 24, 25 febbraio e 10 marzi 2021
  • Orari
  • 09.00-12.30; 13.30-17.00
  • Luogo
  • SUPSI, Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Stabile Suglio, CH-6928 Manno
  • Costo
  • CHF 1'250.- La quota comprende il rilascio dell’attestato e la documentazione didattica.
  • Osservazioni
  • Il numero dei partecipanti è limitato a 15.A causa della pandemia COVID-19, e seguito delle direttive del consiglio federale, entrate in vigore il 2 novembre, il corso si terrà online,a distanza tramite l'utilizzo di apposite piattaforme didattiche.
  • Informazioni
  • SUPSI, Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Stabile Suglio, Via Cantonale 18 CH-6928 Manno T +41 (0)58 666 61 23 F +41 (0)58 666 61 21 deass.economia.fc@supsi.ch www.supsi.ch/fc Informazioni tecniche eliana.stefanoni@supsi.ch
Maggiori informazioni